Coronavirus, aggiornamento 26 marzo: chiuse aziende e attività produttive non essenziali - COMUNE DI SASSO MARCONI (BO)

archivio notizie - COMUNE DI SASSO MARCONI (BO)

Coronavirus, aggiornamento 26 marzo: chiuse aziende e attività produttive non essenziali

 
Coronavirus, aggiornamento 26 marzo: chiuse aziende e attività produttive non essenziali

 

CORONAVIRUS - Aggiornamento giovedì 26 marzo

Un nuovo Decreto emanato il 22 marzo dal Governo, dispone fino al 3 aprile ulteriori misure di contenimento che riguardano soprattutto aziende e attività produttive. 

     

    COSA PREVEDE IL DECRETO DEL 22 MARZO

     

    Il Decreto dispone la SOSPENSIONE di tutte le attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di quelle indicate nell'Allegato 1.

    Restano aperte le attività che offrono servizi essenziali, di pubblica utilità e quelle funzionali ad assicurare la continuità delle filiere. Attenzione! Le attività che possono restare aperte sono quelle indicate non più nell'Allegato 1 al Decreto del 22 marzo ma nell'Allegato 1 al Decreto emesso il 25 marzo dal Ministero dello Sviluppo Economico, scaricabile QUI.

    Una Circolare diffusa il 24 marzo dal Ministero dell'Interno, chiarisce inoltre che i titolari di aziende che svolgono "attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere, nonché dei servizi essenziali" (quelli previsti dalla Legge 146/1990), sono tenuti a comunicare al Prefetto territorialmente competente l'intenzione di proseguire l'attività lavorativa e la sussistenza delle condizioni previste per il proseguimento dell'attività, indicando anche le imprese e le Amministrazioni beneficiarie dei prodotti realizzati o dei servizi forniti dalla propria azienda.

    QUI allegato il Decreto governativo del 22 marzo
    QUI allegata la Circolare del Ministero dell'Interno del 24 marzo
    QUI allegato il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 25 marzo

    Il Decreto prevede inoltre ulteriori restrizioni per gli SPOSTAMENTI delle persone fisiche.
    In particolare, sono vietati gli spostamenti con mezzi pubblici e privati in un comune diverso da quello in cui ci si trova. La Circolare del 24 marzo chiarisce che la norma punta a scongiurare spostamenti in ambito nazionale (anche in relazione alla sospensione delle attività produttive) che possano favorire la diffusione dell'epidemia. Restano infatti consentiti gli spostamenti per comprovate esigenze di lavoro, per motivi di carattere sanitario e per situazioni di necessità, "che rivestano carattere di quotidianità o comunque siano effettuati abitualmente in ragione della brevità della distanza da percorrere" (come andare a fare la spesa).

    In tutti i casi in cui occorre spostarsi, è necessario compilare e portare con sè l'apposito modulo - QUI allegato - in cui si dichiara il motivo dello spostamento. Maggiori info sul portale del Ministero dell'Interno, cliccando QUI

     

     

    GLI ALTRI PROVVEDIMENTI IN VIGORE FINO AL 3 APRILE


    SPOSTAMENTI

    • L'uso della bicicletta e gli spostamenti a piedi sono consentiti solo per ragioni di lavoro, salute o effettiva necessità (come l'acquisto di generi alimentari). Le passeggiate dettate da ragioni di salute o finalizzate alle esigenze fisiologiche degli animali da compagnia, vanno comunque limitate e devono avvenire in prossimità della propria abitazione
    • Vietata la formazione di assembramenti di persone nei luoghi pubblici

    RIENTRO ITALIANI ALL'ESTERO
    E' garantito il rientro presso il comune di residenza. Il rientro in sicurezza dei cittadini italiani all'estero avviene attraverso un programma straordinario di voli consultabili sul sito web del Ministero degli Esteri.
    Sul portale del Dipartimento di Protezione civile si trovano le informazioni utili per l’attuazione delle misure di isolamento che deve seguire chi rientra in Italia.

    Si consiglia di seguire le informazioni pubblicate periodicamente dall’Unità di crisi della Farnesina sul sito www.viaggiaresicuri.it e le indicazioni fornite dalle sedi diplomatiche presenti nei Paesi stranieri. E' inoltre possibile contattare il numero di emergenza +39 0636225 

     

    PARCHI e GIARDINI PUBBLICI, ORTI e CIMITERI COMUNALI, AREE SGAMBAMENTO CANI

    Chiusi fino al 3 aprile.

    Garantiti nei cimiteri i servizi di trasporto, ricevimento, inumazione e tumulazione delle salme.


    ATTIVITA' COMMERCIALI

    • Chiuse le attività commerciali al dettaglio. Il provvedimento riguarda sia gli esercizi commerciali di vicinato che la media e grande distribuzione, centri commerciali inclusi. Fanno eccezione le attività di vendita di generi alimentari e beni di prima necessità e le altre attività di commercio al dettaglio indicate nell'Allegato 1 al Decreto ministeriale dell'11 marzo, che restano però chiuse la domenica (giorno in cui sono aperte solo farmacie, parafarmacie ed edicole).
    • Supermercati e punti vendita di generi alimentari, all'ingrosso e al dettaglio: attività consentita normalmente nei giorni infrasettimanali e prefestivi (con obbligo per i gestori di evitare assembramenti di persone e di far rispettare la distanza di 1 metro tra le persone) e chiusura la domenica.
    • Medie e grandi strutture di vendita: chiusura sabato e domenica.
    • Chiusi bar, pub e ristoranti. Consentito solo il servizio di ristorazione a domicilio. Restano aperte le strutture di ristorazione situate nelle aree di servizio stradale e autostradale (con i limiti disposti dall'Ordinanza regionale del 18 marzo ed elencati qui sotto) e all'interno di stazioni ferroviarie, aeroporti e ospedali.
    • Chiuse le attività che riguardano i servizi alla persona, come parrucchieri, barbieri ed estetisti;
    • Sospesi tutti i mercati ordinari e straordinari, di qualsiasi merceologia;
    • Sospesa l’attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo, scuole di ballo, discoteche e locali assimilati;
    • Obbligo di utilizzo di mascherina e guanti monouso per taxisti e autisti di macchine a noleggio con conducente

    Restano aperti: farmacie e parafarmacie; servizi bancari, finanziari e assicurativi; attività del settore agricolo, zootecnico e di trasformazione agro-alimentare, edicole e tabaccai (questi ultimi non la domenica).

     

      BAR STAZIONI DI SERVIZIO e STAZIONI FERROVIARIE e AEROPORTUALI

      L'Ordinanza regionale del 18 marzo dispone fino al 3 aprile la chiusura dei bar delle stazioni di servizio situate all'interno dei centri abitati e l'apertura dalle 6 alle 18 di quelli lungo le strade extraurbane secondarie. Non sono previste limitazioni di orario per i bar delle stazioni di servizio situati lungo le autostrade e le strade extraurbane principali.
      Possono restare aperti i bar situati all'interno di stazioni ferroviarie, aeroporti e ospedali. 

       

      SCUOLE, CULTURA e ISTRUZIONE

      • Sospesa fino al 3 aprile l'attività delle scuole di ogni ordine e grado, di Asili nido e Università;
      • Chiusi musei, biblioteche e altri istituti e luoghi della cultura;
      • Sospesi viaggi di istruzione, iniziative di scambio o gemellaggio, congressi e le riunioni, meeting ed eventi sociali in cui è coinvolto personale sanitario o personale incaricato dello svolgimento di servizi essenziali o di pubblica utilità;
      • Sospesi tutti i concorsi pubblici e privati


      EVENTI, SPETTACOLI e MANIFESTAZIONI

      Sospesi eventi, manifestazioni e spettacoli di qualsiasi natura (cinematografici e teatrali inclusi), svolti in luoghi pubblici e privati


      SPORT e IMPIANTI SPORTIVI

      • Sospesi eventi e competizioni sportive di qualsiasi ordine e disciplina. Fanno eccezione gli eventi e le competizioni organizzate da organismi sportivi internazionali, all'interno di impianti utilizzati a porte chiuse. Il Decreto governativo del 9 marzo chiarisce inoltre che gli impianti sportivi sono utilizzabili a porte chiuse solo per le sedute di allenamento degli atleti, professionisti e non, riconosciuti di interesse nazionale dal CONI o dalle rispettive Federazioni in vista della loro partecipazione a manifestazioni nazionali e internazionali;
      • Sospesa l'attività di: palestre, centri sportivi, piscine, centri benessere, centri termali (fatta eccezione per l'erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza);
      • Chiusi gli impianti nei comprensori sciistici


      STRUTTURE RICREATIVE E DI ASSISTENZA A DISABILI E ANZIANI

      • Sospesa l’attività dei centri semiresidenziali per anziani e per disabili (centri diurni) e dei centri socio-occupazionali;
      • Sospesa l'attività di centri culturali, centri sociali e centri ricreativi.


        OSPEDALI, LUOGHI DI CURA, CASE DI RIPOSO 

        • Divieto per gli accompagnatori dei pazienti di restare nelle sale d'attesa delle strutture di pronto soccorso,
        • L'accesso a strutture di ospitalità a lunga degenza, strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani è limitato ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria delle singole strutture
           

        DECRETI, ORDINANZE e F.A.Q.

        Il Decreto governativo dell'11 Marzo
        Il Decreto governativo del 9 Marzo
        Il Decreto governativo dell'8 Marzo

        Il Decreto governativo del 4 Marzo

        L'Ordinanza regionale dell'8 Marzo
        L'Ordinanza regionale del 9 Marzo

        L'Ordinanza regionale del 10 Marzo
        L'Ordinanza regionale del 18 Marzo
        L'Ordinanza regionale del 21 Marzo


        L'Ordinanza del Comune di Sasso Marconi del 19 marzo


        Le F.A.Q. sul portale del Governo
         

        Il modulo per gli spostamenti
         

         

        SERVIZI UTILI PER IL CITTADINO

        NUMERI TELEFONICI per SEGNALAZIONI E RICHIESTE INFORMAZIONI
        Il Comune di Sasso Marconi ha attivato due linee telefoniche per raccogliere le segnalazioni dei cittadini che hanno particolari esigenze, necessitano di aiuto o semplicemente desiderano avere informazioni su come affrontare questi giorni di difficoltà. 
        I numeri da contattare sono lo 051 6758333 o 051 6758444.
        Il servizio è attivo 7 giorni su 7, domenica inclusa, dalle 8.30 alle 18.
        QUI allegato il volantino con tutte le informazioni

         

        CONSEGNA A DOMICILIO DI FARMACI, GENERI ALIMENTARI e BENI DI PRIMA NECESSITA'

        Numerose attività commerciali di Sasso Marconi si sono rese disponibili a consegnare a domicilio generi alimentari e beni di prima necessità: si tratta di un servizio rivolto in particolare alle persone anziane e\o con fragilità, che possono così evitare di uscire di casa per acquistare generi alimentari e beni essenziali. 

        Allo stesso modo, le farmacie di Sasso Marconi hanno attivato un servizio gratuito di consegna farmaci a domicilio (sia farmaci da banco che su prescrizione medica).

        Clicca QUI per conoscere la lista aggiornata delle attività che effettuano il servizio, le tipologie di prodotto, eventuali costi aggiuntivi e i luoghi del territorio in cui viene effettuata la consegna a domicilio.

         

         

        LE ATTIVITA' SOSPESE e GLI APPUNTAMENTI RINVIATI A SASSO MARCONI

        A seguito delle disposizioni contenute nei Decreti governativi del 4 e 8 marzo, è sospesa la programmazione cinematografica del Cinema comunale, chiusa la Biblioteca comunale e sono annullati tutti gli eventi in programma fino al 3 aprile
        Sospesi fino al 3 aprile anche tutti i corsi e le attività previste nelle Sale pubbliche comunali.

        Sospeso il mercato settimanale del martedì.
        Chiusa la fontana con "l'acqua del Sindaco" di Via del Mercato.

        Chiusi fino al 3 Aprile parchi, giardini pubblici e aree di sgambamento

        A seguito delle disposizione contenute nell'Ordinanza regionale dell'8 marzo, è sospesa fino al 3 aprile l'attività dei Centri sociali "Casa dei Campi" e Borgonuovo, del Centro Diurno comunale e dei Centri per assistenza a disabili presenti sul territorio.


        I servizi di consulenza specialistica del Centro per le Famiglie dell'Unione Reno Lavino Samoggia (consulenza educativo/pedagogica, mediazione familiare, consulenza legale, consulenza di coppia e counseling familiare) vengono forniti solo via Skype o tramite videochiamata previo appuntamento al n. 339 6888971 (h. 9/13 e 14/17) o all'e-mail centroperlefamiglie@unionerenolavinosamoggia.bo.it

         

          LE NORME IGIENICHE DA RISPETTARE

          Ricordiamo le basilari misure igieniche e comportamentali che le persone sono chiamate a rispettare:

          • Lavarsi spesso le mani (si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie, e altri luoghi di aggregazione soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani)
          • Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
          • Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani
          • Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce
          • Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico
          • Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
          • Usare la mascherina se si sospetta di essere malato o si assiste persone malate
             
          COSA FARE IN CASO DI SINTOMI COLLEGABILI AL CORONAVIRUS

          Se si rilevano sintomatologie collegabili al Coronavirus (febbre superiore a 37,5 ° e disturbi respiratori) NON si deve accedere direttamente alle strutture di Pronto Soccorso, ma occorre contattare:

          • il numero verde nazionale 1500 o il numero verde regionale 800 033033
          • il proprio medico di medicina generale 
          • il 118 in caso di emergenza.

          A tutti, e in particolare agli anziani e alle persone con patologie croniche, si raccomanda di non uscire di casa se non per fare la spesa e casi di stretta necessità. Restare a casa e contattare il proprio medico di base in presenza di febbre superiore a 37,5° e sintomi da infezione respiratoria.

           

           

          LINK E MATERIALI UTILI

          Ministero della Salute http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/homeNuovoCoronavirus.jsp 
          Regione Emilia Romagna salute https://salute.regione.emilia-romagna.it/
          Sul portale del Ministero della Salute è disponibile un'apposita sezione informativa con tutti gli aggiornamenti e le informazioni utili per i cittadini e per chi viaggia, e una pagina con le risposte alle domande più frequenti

          Sul sito di ASC-Insieme, al link http://www.ascinsieme.it/index.php/it/news/view/h4823e65ev, si trovano informazioni rivolte ai cittadini stranieri e pubblicate in lingua inglese, araba e urdu: si tratta di indicazioni basilari di igiene e di condotta e di brevi note per fronteggiare l'emergenza.

           


          Pubblicato il 
          Aggiornato il 
          Risultato (0 valutazioni)