Difendiamo le Api - COMUNE DI SASSO MARCONI (BO)

Ambiente | Difendiamo le Api - COMUNE DI SASSO MARCONI (BO)

DIFENDIAMO LE API

Le api sono un anello particolarmente sensibile e monitorato degli ecosistemi. Vengono infatti definite sentinelle dell'ambiente e il loro malessere segnala, in maniera inequivocabile, un peggioramento delle condizioni di vita, dal punto di vista della salubrità, anche per gli esseri umani.

Giardini in fiore, un indispensabile rifugio per api e farfalle

Api, farfalle e impollinatori selvatici visitano i fiori di alberature stradali, parchi pubblici e giardini privati e un utilizzo errato di prodotti insetticidi sulle piante ornamentali viene spesso rilevato dagli apicoltori che ne subiscono danni per morie.

E’ importante inserire nei giardini piante autoctone che garantiscano una fioritura prolungata per buona parte dell'anno. Non dovrebbero inoltre mancare piante a fioritura precoce (ad es. il rosmarino e le principali piante da frutta), e tardo autunnale (come l'edera), tenendo conto che in primavera api e bombi necessitano di molto polline per le nuove covate, mentre in autunno è molto importante la raccolta di nettare.

Cosa fare 

  • Garantire sempre ad api, bombi e farfalle una piccola disponibilità di acqua, rinnovata di frequente (almeno ogni 2-3 giorni) per evitare infestazioni di zanzare
  • Privilegiare piante con fiori semplici, facilmente visitabili dagli impollinatori
  • Garantire fioriture prolungate in tutte le stagioni
  • Scegliere fiori di diverse forme e varietà di colore (fiori gialli, bianchi, blu e porpora attraggono particolarmente le api), mantenendo le piante a gruppi.
  • Negli orti domestici impiegare erbe aromatiche come lavanda, finocchio, menta, rosmarino, salvia e timo
  • Privilegiare ortaggi come cetriolo, melone, cocomero, peperone, zucchina e fragola che hanno fiori particolarmente graditi dagli impollinatori.
  • Destinare anche solo un piccolo spazio del giardino a prato fiorito, ricco di specie spontanee riducendo la frequenza degli sfalci a non più di 2-3 all’anno.

Cosa non fare

  • Va evitato qualsiasi trattamento insetticida o diserbante. Anche i trattamenti con prodotti di origine naturale, ammessi in agricoltura biologica, possono avere effetti negativi.

Cosa fa l'ufficio ambiente: i fiori per le api

Le fioriere che circondano il Municipio e sempre più aiuole comunali contengono piante come calendule, boraggini, nigelle e facelie: si tratta di fiori ricchi di polline, e dunque particolarmente preziosi per le api.

Ma è importante che anche nei giardini privati ci siano fiori capaci di aiutare le api. Occorrono piante autoctone che garantiscano una fioritura prolungata durante l’anno e soprattutto in estate, quando le api cercano nei giardini in fiore il polline e il nettare che faticano a trovare nell’ambiente agricolo. Ma servirebbero anche piante a fioritura precoce (come il rosmarino e le principali piante da frutta) e tardo autunnale (ad esempio l'edera), per favorire il lavoro delle api e degli altri insetti impollinatori anche nelle altre stagioni.


20 maggio 2020 - Giornata Mondiale delle Api

Webinar gratuito in diretta "Salviamo le api in un giardino senza veleni" 🐝🌳 organizzato dall’Unione dei Comuni dei fiume Reno, Lavino e Samoggia in collaborazione con "Centro Agricoltura Ambiente Giorgio Nicoli"

Clicca qui per vedere il video

Per approfondire

- CONAPI -> https://conapi.it/api-apicoltura-e-produzioni/

- Salvaguardiamo le api -> PDF

- Fiori per aiutare le api -> PDF

- Come trattare le zanzare e preservare le api - > PDF

- Distinguere le api dalle vespe -> PDF

- Zanzare in arrivo evitiamo trattamenti inutili e dannosi per salvaguardare le api -> PDF

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (0 valutazioni)